lunedì 12 gennaio 2009

ROTHMANS INTERNATIONAL




Salve a tutti,

Per inaugurare il nuovo anno,abbiamo deciso di cimentarci in un inedito espediente letterario. Quest'oggi ci occuperemo delle
Rothmans international,un prodotto ormai "estintosi"improvvisamente quasi tre anni fa.Dispongo validissime ragioni per sostenere che la quasi totalità di coloro che erano soliti sceglierle,ora le starà rimpiangendo con le lacrime agli occhi,paradossalmente,in tal senso coloro che non hanno mai avuto il piacere di provarle,ora per loro fortuna,sono esenti dallo straziante fardello di rimpianto e nostalgia che attanaglia le menti ed i cuori dei fedeli consumatori di un tempo;noi della vecchia guardia quasi le veneriamo,innalzate ad imperitura gloria,consci del fatto che oggi nel nostro settore la ricerca dell'eccellenza è vista quasi come un morbo esiziale da debellare con ogni mezzo,piuttosto che una risorsa capace di spianare la strada all'implementazione effettiva dell'intero sistema,con circospezione e parsimonia ne pronunciamo il nome,come dei rabbini incapaci e impauriti nell'invocare il sacro tetragramma e la relativa forza mistica da esso emanata.Non ci è stato dato di sapere il motivo,di questa inaspettata e crudele privazione,semplicemente scomparvero,da un giorno all'altro,come un aeromobile nel triangolo delle Bermuda,senza neanche avere il tempo di cantare il De Profundis,ignobilmente sacrificate sull'altare dell'anteriorità logica della massa sul singolo,pochi si accorsero dell'incommensurabile vuoto lasciato,soltanto un esiguo numero di attenti scrutatori avrà notato che gli scaffali ormai scevri del prodotto in questione,avevano perso un qualcosa di magico,non erano più gli stessi di prima.Sono passati quasi tre anni,tuttavia in me sono ancora vivissimi i ricordi del tempo trascorso insieme,niente potrà cancellare dalla mia mente la loro memoria.E' la nostalgia,è il rimpianto di non averne approfittato abbastanza, l'amara consapevolezza che non sia stato loro tributato il giusto onore,ora tutto ciò mi spinge a scrivere questa recensione,lottando contro me stesso e la mia vena artistica che vorrebbe trasformare il pezzo in questione in una elegia funebre,chiedendo di fare un passo indietro all'integrità e alla scrupolosa serietà scientifica,linee guida del nostro operare.La scomparsa delle Rothmans International,è con le dovute precauzioni del caso,paragonabile alla perdita di una persona cara;solo nel momento in cui viene a mancare realizziamo quanto essa sia stata preziosa per noi,e subito affiorano alla mente i rimpianti,sul fatto di non averla apprezzata quando era a noi vicina,sul fatto che il tempo passato insieme avrebbe potuto essere trascorso in maniera più soddisfacente per entrambi.Dopo questa malinconica e a tratti verbosa premessa mi appresto,sicut fieri solet, ad esaminare le peculiarità salienti ed i tratti distintivi del prodotto in questione:

SAPORE:5,5/6.Potente,una sola parola;potente inteso come concetto primitivo.Una forza tuttavia discreta,mai invadente,ad ogni tiro si aveva la sensazione che pretendere di meglio sarebbe stato quello che i greci avrebbero chiamato un peccato di ὕβρις,un oltraggio all'opera dio,un rinnegare l'agire di forze superiori alla nostra.Si trattava del vessillo trionfale della Rothmans,azienda con una eccellente reputazione nel mondo del tabacco di qualità.

STORDIMENTO:5.5/6.Anche qui punteggio alto, i 12 milligrammi di catrame,ma soprattutto la nicotina si facevano sentire senza tanti complementi,niente violenza però,sontuose e regali persino nello stordimento,una qualità davvero unica.

QUALITÀ':5,5/6.Il tabacco usato era probabilmente una delle migliori miscele di Virginia "of all times and nations",persino un profano avrebbe capito che era un prodotto fuori dall'ordinario.Insieme alle vecchie Dunhill internetional erano una delle poche eccellenze presenti nel disastrato panorama italiano,ora,mala tempora currunt, la situazione è veramente ardua con le R.I ormai estromesse,il restyling delle dunhill a nostro avviso decisamente peggiorativo,e con le fantomatiche dunhill top leaf eternamente latitanti,adesso mi chiedo atterrito cosa accadrebbe se dovessero sparire anche le davidoff magnum,speriamo vivamente non accada,altrimenti emigrerei.

ORIGINALITÀ':4,5/5.Originali ed elitarie,forse anche troppo,forse questo rilevantissimo punto di forza nascondeva un trappola fatale,come un acrolito greco,imponentissimo e solenne in vista frontale,fragile e umile nel retro,nel nostro mercato massificato,giocoforza c'è sempre meno spazio per l'eccellenza,un esempio pratico di come alcune virtù possano paradossalmente condurre alla rovina,appare logicamente assurdo,ma il risultato di ciò è che ora ne stiamo nostalgicamente parlando usando l'imperfetto.

PERSONALITÀ':3,5/4.Un prodotto per finissimi intenditori,per coloro che non ritengono irrimediabilmente disgiunti ,ma altresì perfettamente conciliabili,essere ed apparire,sostanza e forma.Una sigaretta che trasudava carisma da ogni poro,non a caso è la sigaretta preferita da Kim Jong-Il, personaggio indubbiamente carismatico,ed ognuno sa quanto il carisma giochi un ruolo cruciale nell'esercizio del potere,soprattutto in determinati contesti politici.Appurato che oltre alle mirabilissime qualità afferenti all'ambito delle materie prime,la dedeuzione che queste sigarette implementino in maniera tale il carisma del loro consumatore,non è affatto scontata.Appare assurdo che si sia deciso di ritirarle dal mercato,ma si sa , Καὶ ἠγάπησαν οἱ ἆνθρωποι μᾶλλον τὸ σχότος ἢ τὸ φῶς (Giovanni, III, 19) , visto che quest'oggi sono in vena di citazioni di matrice ellenica,con le attuali logiche di mercato sopravvivono gli allineati al sistema,si punta tutto sulla quantità,la qualità parrebbe essere solo un vizio accidentale, ed i fumatori esperti pagano dazio per tutti,incolpevoli capri espiatori.

STILE:3/3.Il pacchetto con il look
british/art deco,con gli stemmi dorati,degni un casato imperiale,le scritta,l'impostazione cromatica e grafica studiata con precisione ingegneristica,come se dietro vi fosse la mano di un maestro di ikebana,capace di collocare gli elementi a sua disposizione seguendo l'unica strada in grado di pervenire all'armonia assoluta. La maniacale cura dei dettagli,insieme a molto altro,fanno si che definirlo pacchetto sia quasi un'aberrazione,sarebbe più appropriato sarebbe definirlo cassaforte,visto il tesoro ivi riposto.

TOTALE 27,5/30

CONCLUSIONI:Sul sito del monopolio di stato sono riportate come ancora effettivamente commercializzate,ma si tratta di un disguido burocratico,o forse dell'ironia di qualche insensibile
buontempone che vorrebbe trarre piacere dei nostalgici ormai orbi di un punto di riferimento più che autorevole,ed ha anche il sapore di una tipica truffa perpetrata ai danni del servizio sanitario,si finge che un paziente sia ancora invita in modo tale che il suo medico di base continui indisturbatamente ad incassare le prebende derivanti da questa attività fittizia.Questa recensione arriva quasi un anno esatto dopo quella delle sorelle minori Rothmans Blu,e perciò ha un notevole valore simbolico.Era un sassolino che volevo togliere dalla scarpa,perché prima o poi avrebbe mandato in cancrena un piede,anche se fondamentalmente priva di utilità pratica,questa recensione non è solo un tentativo di propinare una vana erudizione antiquaria,vogliamo allargare gli orizzonti conoscitivi e interpretativi dei lettori,esperti e non,un salto di qualità,destinato probabilmente a rimanere un unicum nel diorama delle recensioni.Per me questo sfogo è una fonte di sollievo,forse incontrerò altre persone nella mia stessa situazione;cosi dimostrerò che Schopenauer non aveva ragione nell'affermare con soffrendo insieme si soffre di meno,nonostante la solidarietà tra compagni di sventura.

Ciao a tutti,alla prossima!!!!!!!!!!!!!!




Creative Commons License
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons.

84 commenti:

gabriele ha detto...

Voglio complimentarmi con lo staff per l'ennesima ottima ed esauriente recensione; è proprio vero le rothmans international erano delle sigarette straordinarie, peccato che non vengano più prodotte. Ho avuto modo di provare le Rothmans King Size Blu che, pur essendo delle ottime sigarette, dal mio punto di vista non raggiungono i livelli delle international.

Elisa ha detto...

Complimenti ancora per l'ottimo articolo. Fumai queste ottime sigarette qualche anno fa e devo dire che erano davvero ottime, mi colpirono molto.

Inoltre rinnovo la mia richiesta: potete segnalarmi le sigarette brune che posso trovare in vendita in Italia?

Anonimo ha detto...

Vi ringrazio per i complimenti per noi sono fonte di estremo orgoglio.le uniche brune che abbiamo finora provato sono le gauloises brune senza filtro,purtroppo al giorno d'oggi i fumatori di brune sono molto pochi e non esseondoci richiesta non sono più prodotte,in francia si trovano ancora le gitane brune,veramente buuone,di più non sappuiamo sul mercato italiano,anche se noi appreziamo molto le sigarette brune con il loro sapore molto più personale ed autentico rispetto allo spesso anonimo e dolciastro sapore di molte bionde commercializzate.

Anonimo ha detto...

uno degli articoli migliori che ho letto fra quelli che avete scritto...peccato che non potrò fumarle.

susate l'ignoranza(non è da molto che ho iniziato ad interessarmi) ma cos'è una sigaretta bruna,da cosa si differenzia rispetto alle altre sigarette?

Anonimo ha detto...

una sigaretta bruna è composta appunto da tabacco bruno,ovvero più scuro principalmente di produzione europea,sottoposto ad un trattamento e ad una lavorazione diversi da quelli delle sigarette dette bionde.Il tabacco bruno ha un sapore molto pronunciato e corposo,si sente di più il vero sapore del tabacco,però spesso risultano morto forti ecco perchè con il tempo vista l'invasione delle light hanno perso molto terreno soprsttutto in francia tradizionale tempio delle sigarette brune.

Anonimo ha detto...

rimanendo in tema di sigarette brune, secondo voi quali sono le migliori reperibili in italia?

Anonimo ha detto...

Per i nostalgici e curiosi delle brune,dopo lungo peregrinare ho trovato un tabaccaio che vende le gitanes.Ora si aprono dei quesiti a cui ancora non ho saputo dare adeguata risposta legati,secondo me,alla scarsa considerazione che in primis il monopolio e in secundis i tabaccai riversano su marche di alta qualità ma con un mercato aimè ridotto. Le gitanes di cui sono diventato un affezionato estimatore sono brunes con filtro(anche se non riportato sullla confezione vi assicuro che la differenza con una bionda si sente immediatamente)ma il monopolio non le elenca nel proprio tariffario(http://www.aams.it/site.php?page=20081114160838695&op=download),al contrario delle gitanes caporal che non sono mai riuscito a trovare e di cui non vi saprei dire alcuna caratteristica o differenza con le brune. Sempre secondo il tariffario dovrebbero essere disponibili anche le gauloises brune ma vi avverto di non riporre cieca fiducia nel citato listino perchè potrebbe riservare amare delusioni:basti pensare che elenca ancora le scomparse rothmans international.
Complimenti allo staff del blog,le recensioni sono sempre originali,scritte con padronanza della materia,della lingua e con una passione che farebbe incominciare a fumare anche Veronesi. Continuate così.

Anonimo ha detto...

Eppure a me le ROTHMANS INTERNATIONAL non piacevano e quando le comprai ho pensato di aver buttanto i miei soldi.

Anonimo ha detto...

Ti ringrazio per i complimenti,non immagini neanch quanto piacere ci faccia riceverli,e l'orgoglio che suscita in noi il fatto che la nostra attività sia giudicata autorevole e credibile.le gauloises brune si trovano in molte tabaccherie,comunque il listino del monopolio non è affatto aggiornato,sono riportate come vendute le rothans international,le marlboro al mentolo,le dunhill top leaf,ma in realtà niente di tutto ciò è effettivamente reperibili.

STAFF

Anonimo ha detto...

A proposito delle gauloises, mi e' sembrasto di capire da una vostra passata recensione che le blondes sono buone sigarette, forse le migliori in quella fascia di prezzo, o no?

Anonimo ha detto...

se siano le migliori o no dipende dai gusti,senz'altro le gauloises sono buone sigarette,alla fine quei 20 centesimi in piu o in meno no dovrebbero pregiudicare la scelta delle sigarette.

Anonimo ha detto...

I gusti sono gusti ma la qualita' dei materiali impiegati dovrebbe essere oggettiva...vedi davidoff e dunhill...

Anonimo ha detto...

vi prego recensite i cafè creme ?????????????????

Anonimo ha detto...

buona sera vorrei un vostro giudizio sui sigaretti al capone please

matteo ha detto...

fantastici gli al capone! quelli al cognac sono inimitabili!

Anonimo ha detto...

Salve ragazzi, mi piacerebbe sapere cosa ne pensate delle camel natural flavor rosse e se in futuro avete intenzione di recensirle.

kekkokawboy ha detto...

salve bellissima recensione purtroppo n ho potuto mai provare le rothmans international perche nn sn piu in commerccio e ora mi sto affezzionando alle rothmans blu che anche sei qui in italia sn ridotte le sigarette di qualita sono alcune delle migliori e vorrei domandare se in futuro recensiranno le gitanes..

p.s. il blog e davvero fantastiko!

Anonimo ha detto...

le gitanes verranno recensite entro breve,gli al capone sono abbastanza buoni anche se non raggiungon vette di eccellenza rappresentano una fumata più che soddisfacente,le camel natural flavour ci hanno fatto una buona impressione,la differenza con le normali camel si sente,forse verrano recensite.

Ivan ha detto...

oggi girando per tabaccherie,sono riuscito a trovare le gauloises brune,e devo dire che sono veramente ottime,il sapore è unico(direi anche molto forte).lo stesso tabaccaio vendeva anche gitanes!

complimenti alla redazione,questo blog è fantastico

Anonimo ha detto...

salve ragazzi, cosa ne pensate delle gauloises rosse, rispetto a camel blu e chesterfield blu come le collocate.

Anonimo ha detto...

a nostro avviso gauloises rosse camel blu e chesterfield blu sono grossomodo dal punto di vista qualitativo sullo stesso livello,decidere quale sia meglio perciò non può che dipendendere dai gusti personali,essendo anche sotto altri punti di vista diverse tra loro solo un impressione soggettiva può determinare la preferenza di un prodotto rispetto all'altro.

Anonimo ha detto...

Non avreste dovuto recensire anche le Yesmoke?

Anonimo ha detto...

Complimenti allo staff x il sito, vi volevo chiedere un parere ed eventualmnte una recensione delle PHILIP MORRIS marroni (Filter Kings), sigarette a mio avviso strepitose x il mercato italiano;
Grazie, continuate così!

Anonimo ha detto...

sia le yesmoke che le philip morris filter king non verrano recensite entro tempi brevi,però è probabile che un giorno vengano recensite.

Anonimo ha detto...

Ma una vostra personale opinione sulle PHILIP MORRIS FILTER KINGS (marroni)?

Anonimo ha detto...

A me piacciono. Sento un certo sentore di cacao quando le fumo. Nel mercato italiano, a mio avviso, sono tra le migliori.

Anonimo ha detto...

le philip morris filter king sotto il profilo qualitativo sono senz'altro un buon prodotto,dal punto di vista della strutturazione delle note aromatiche invece devono ancora migliorare un po'.

Anonimo ha detto...

Volevo sapere una vostra personale opinione sulle ROTHMANS ROSSE (Special un tempo); la qualità è sempre buona nonostante siano + leggere o mi conviene restare alle mie fedeli anche se commerciali Marlboro Lights??

Anonimo ha detto...

i mie complimenti a tuto lo staff per il bellissimo lavoro che state facendo; avevamo proprio bisogno di un po' di buona cultura sul fumo.
ho particolarmente apprezzato la vostra recensione delle barclay rosse (che attualmente sono le sigarette che fumo).

inoltre volevo chiedervi un consiglio: cosa mi consigliate tra dunhill light e davidoff gold? (mi sembra che siano entrambe da 4 o 6 mg di catrame; se non lo sono vi pregherei di dirimi quali sono i tipi di queste marche che lo sono).

Anonimo ha detto...

Ciao ragazzi complimenti per l'ottimo lavoro che state svolgendo. Volevo chiedervi un parere sulle dunhill ks red, come le considerate rispetto alle international.

Anonimo ha detto...

Salve ragazzi, un consiglio: gauloises rosse o le rothmans rosse? Ciao e grazie!

Anonimo ha detto...

Rispondendo agli ultimi commenti:le rothmans rosse sono ottime sigarette anche se io consiglio sempre di puntare sulle blù,anche per coloro che non apprezzano le tipologie pesanti,ma ricordate che dove c'è la qualità la pesantezza è un pregio e mai un problema.Tra rothmans rosse e davidoff mi sento di consigliare le davidoff che sicuramente ti possono iniziare a quello che è il marchio dell'eccelenza in Italia,le rothmans red vincono invece il confronto con le gauloises in quanto la qualità è molto semplicemente superiore.Per quanto riguarda le dunhill king size mi sento caldamente di consigliarle a tutti perchè sono eccezionali e mantengono intatta la loro bontà grazie ad un semplice ma innovativo salvafreschezza,il confronto con le international è quasi impossibile stiamo parlando di 2 cose molto diverse te lo garantisco.
STAFF

Anonimo ha detto...

Complimenti x il bel sito!!! Cosa ne pensate della mia personale scelta...le mitiche DAVIDOFF GOLD?
Grazie x le informazioni!

Anonimo ha detto...

le davIdoff gold rappresentano un'ottima scelta,certo le magnum hanno qualcosa in piu,in ogni caso ti consigliamo le davidoff rich blue,a nostro avviso molto buone.

Anonimo ha detto...

Cosa hanno di diverso le DAVIDOFF RICH BLUE dalle Davidoff GOLD? In termini di gusto ed eventualmente anche di pesantezza (tipo i valori sono + alti?)?
Grazie!

Anonimo ha detto...

Quali sono tra le nas blu, dunhill ks e camel natural flavor le migliori sigarette "additive free" vendute in italia. E poi tra davidoff classic e rich blue cosa scegliere? Ciao e grazie!

Anonimo ha detto...

la prncipale differenza tra davidoff gold e rich blue sta nel fatto che le ultime a nostro avviso sono un po più saporite, e leggermente più pesanti, le note aromatiche si sentono in maniera molto più pronunciata.

Anonimo ha detto...

E le Gitanes Brunes senza filtro?? Non le ha provate mai nessuno?? IO le fumo abitualmente, e probabilmente sono le sigarette che mi saziano di più... all'antica!

Anonimo ha detto...

in italia ci sono dei kretek

Anonimo ha detto...

complimenti il blog e bellissimo e l'ultima recensione e davvero bell e ben dettagliata volevo domandare quando c'è ne sarà un'altra..volevo sapere se possibile i valori dell gauloises brune..

Anonimo ha detto...

Comunque sul listino dell'aams le rothmans ci sono: dite che se chiedo al mio tabaccaio di fiducia, un amico, me le busca?

Daemon RaDicaL ha detto...

Fumavo le Rothmans di mio padre più di 12 anni orsono e mi ha sempre colpito quel sapore acido, pungente ma allo stesso tempo cosi piacevole. Da fumatore di Lucky Strike morbide attendo la vostra recensione su queste. E magari anche una recensione dulle Black Devil, acquistate per la prima volta oggi.

Anonimo ha detto...

ragazzi comprate le american spirit gialle ..........qui ci sono e non sono niente male; in più invogliamo quelli della santa fè tobacco a commercializare in italia quelle con il perique......grazie

Anonimo ha detto...

http://cigarre24.de/zigaretten/zigaretten1/americanspirit/naturalamericanspiritschwarz.php

Ciao ho trovto questo sito internet che vende le NAS PERIQUE a 45 euro la stecca, sapete dirmi se è affidabile? qualcuno ha mai comprato da questo sito? considerando che si tratta di sigarette superiori 4,5€ al pacchetto mi sembra un prezzo equo.
Come mai hanno solo pacchetti da 17(anzichè 20)??
Attedo risposte

Andrea

Anonimo ha detto...

sono meglio le nas gialle o blu?

Anonimo ha detto...

è ormai indubbia l'esistenza di un largo strato di consumatori sensibile alle principali problematiche massimamente afferenti afferenti alla peculiare situazione del mercato domestico nell'ambito dell'eventuale commercializzazione di prodotti di qualità superiore,tuttavia passare dalla teoria alla pratica è un'operazione complessa sotto molti tratti peculiari dovuti alla particolarità del contesto italiano,per brevità cronaca non cimento nell'enumerazione.Dunque una prima soluzione potrebbe essere quella di far sentire la propria voce alla santa fe natural tobacco company,noi lo stiamo facendo da tempo,tuttavia rappresentiamo una goccia nell'oceano,un azione massiva e costante finalizzata non tanto da pulsioni volte a soddisfare meri interessi egoistici,bensi dettata da una forte autoconsapevolezza di agire per un mutamento in meglio del panorama italiano.Sul sito di cigarre24.de non sappiamo molto,speriamo siano affidabili,i pacchetti da 17 sono un istituto tipico della cultura tedesca.4,5 euro al pacchetto visto il valore non appare neanche una richiesta eccessiva.
Vi saluto sperando di avere risposto in maniera esauriente.

STAFF

Anonimo ha detto...

Cosa ne pensate delle Winston rosse e blù?
Conosco molte persone che amano queste sigarette molto + di marchi come Marlboro, Camel e Chesterfield;
la vostra personale opinione...ed eventualmente quale, tra quelle indicate, risulta la marca con la migliore miscela...Grazie!

andrea ha detto...

le wiston sono apprezzate più che altro per una questione economica, io l'ho fumate una volta l'anno scorso e se non ricordo male non sono niente di che..
come sigarette economiche cedo siano meglio le camel, ma poi alla fine è questione di gusti, insomma se ti piacciono, le marche più costose non sempre sono migliori, ad esempio le marlboro non le giudico il top, confrontate con altre sigarette (x es davidoff magnum, o dunhill).
Un tempo quando ho iniziato a fumare(nel 2003) in italia si vendevano le marlboro rosse made in USA(12mg di catrame e 0.9 di nicotina) e se non ricordo male erano un po migliori rispetto a quelle made in Switzerland!

Anonimo ha detto...

vorrei aggiungere una precisazione all'ultimo commento,le marlboro vendute prima in italia,1uelle con 12mg di catrame non erano quelle made in usa,è era sempre la versione europea,ed io avendolo esperite entrambe posso dire che c'era molta differenza.

STAFF

andrea ha detto...

sul pacchetto, c'era scritto: "MADE UNDER AUTHORITY OF PHILIP MORRIS PRODUCTS INC. RICHMOND VA. U.S.A." (tengo ancora un pacchetto per ricordo)

mentre oggi il pacchetto recita:"MADE IN THE EU UNDER AUTHORITY OF PHILIP MORRIS. PRODUCTS S.A. NEUCHATEL SWITZERLAND"

qundi d'accordo, si trattava sempre di una versione alleggerita per l'europa, ma la sigaretta era prodotta in U.S.

Comunque se con 12mg di catrame e 0.9 di nicotina e le ricordo nettamente migiori di quelle moderne, posso immaginare che quelle da 16mg di catrame 1.2 di nicotina sono sigarette totalmente diverse da quelle a cui siamo abituati.

Ps. comunque i credo che a volere questi limiti insensati sul catrame e la nicotina siano anche le multinazonali del tabacco, in questo modo ci hanno abituato a sigarette nettamente inferiori, e quindi il fumatore medio europeo si accontenta veramente di tutto, così possono riutilizzare con profitto gli scarti in europa.
Credo che delle sigarette con il doppio del catrame e della nicotina, contengano molto meno tabacco ricostruito, e scarti vari, mentre ho letto che utilizzando gli scarti si possono ottenere valori di catrame e nicotina molto inferiori.
Forse mi sbaglio, ma credo che la politica del light, sia portata avanti solamente per motivi economici.
ovviamente conviene tantissimo anche ai monopoli di stato( più le sigarette sono leggere, e più il fumatore deve fumarne per sentirsi appagato!)

Anonimo ha detto...

a nostro avviso riteniamo che la dicitura "made under the authorithy of......" stia a significare che la sigaretta in questione non sia stata prodotta direttamenta dalla PM come le versioni usa,perchè appunto Made under the autorithy(fabbricata su licenza della philip morris) a nostro avviso questa interpretazione sembra la più plausibile.Concordiamo con te sul fatto che ormai i fumatori europei sono dispostio a fumare di tutto, nessuno si rende conto del divario qualitativo con i prodotti americani.Non è una questione di catrame, i 16 mg alla fine significano poco,è una questione di gusto,fumando 1 marlboro americana ci si sente veramente soddisfatti,onestamente non credo che ci sia bisogno di una legge che debba stabilire il sapore delle sigarette che fumiamo, va bene che il catrame fa male,ma non si può arrivare con questo a snaturare l'essenza di una sigaretta.Sull'esplosione delle light ci sarebbe molto da parlare,in effetti serve un consumo maggiore per sentirsi appagati.....,ma questo è solo il punto di partenza di una riflessione complessa......non certo una conclusione finale

Anonimo ha detto...

Secondo il mio modesto parere la marca migliore in Italia è sicuramente la Davidoff...in tutte le sue varianti...io prediligo le Gold...Voi che dite?

andrea ha detto...

"Sull'esplosione delle light ci sarebbe molto da parlare,in effetti serve un consumo maggiore per sentirsi appagati.....,ma questo è solo il punto di partenza di una riflessione complessa......non certo una conclusione finale"

certamente ci sarebbe molto da approfondire, io volevo solamente dire che spesso quello che viene fatto dallo stato per il "nostro bene" in realtà viene fatto per soddisfarre determinati interessi economici (ad esempio la campagna antifumo, e l'allarmismo sul fumo degli ultimi anni è stato portato avanti soprattutto per vendere i prodotti per smettere di fumare, e anche per trovare buone scuse all'aumento delle accisse, ecc...)

Anonimo ha detto...

è davvero una vergogna che da noi non arrivino nemmeno le marlboro rosse "originali".

cmq ho notato che le recensioni si sono fermate al 12 gennaio.
è solo un problema momentaneo oppure durerà a lungo ?, xkè mi dispiacerebbe veramente vedere questo blog chiuso.

cmq ultima cosa volevo chidere se qualconuo sa se le mitiche sobraine black russian si trovano anche in svizzera, o in alternativa se potete consigliarmi qualche buon sito che le venda.
grazie

marro ha detto...

Comlimenti per l'ultima recensione, anche se anche sta volta non sarà mio piacere confermarne le righe.

Anonimo ha detto...

tranquilli ragazzi il blog non chiude,semplicemente abbiamo dovuto faticare un po per procurarci la materia prima.
Qualche anticipazione sulla recensione che uscirà a giorni:è stata richiesta da diverse persone,e il prodotto in questione(sebbene non questa precisa tipologia)veniva fumato da lupin III

STAFF

Anonimo ha detto...

CAMEL ORIGINAL SENZA FILTRO.
Una domanda interessante x lo Staff:
Ho comprato e provato le Camel senza filtro...ed ho notato che sembrano addirittura + leggere delle normali Camel Filters...anche i valori rispecchiano questa sensazione; molto buono anche il sapore.
Ora io mi chiedo...ma come è possibile che una sigaretta senza filtro abbia li stessi valori, se non + bassi della sua controparte con filtro? Ed in +, vorrei chiedervi, se al netto di questa constatazione sulle sostanze che si inalano, secondo voi faccia comunque molto + male fumare una sigaretta senza filtro rispetto alle altre.
Grazie...e continuate così...magari recensendo proprio le Camel di cui vi ho parlato!

Anonimo ha detto...

Mi unisco anch'io alla domanda sulle CAMEL SENZA FILTRO, avendole provate confermo questa apparente leggerezza rispetto alle normali con filtro, oltre che al sapore spettacolare.
In più volevo chiedervi il perchè non avete mai nominato le CAMEL...secondo il mio parere, che, come dicono tutti i miei conoscenti, sono un assaggiatore più che un fumatore, sono la migliore miscela in commercio...e posso dire a 32 anni di aver provato praticamente tutte le marche, conosciute o meno; dalle Diana alle Davidoff Magnum per intendersi.
Sinceramente certe marche ritenute al Top, vedi Davidoff..Dunhill o American Spirit, non mi hanno assolutamente convinto; le Davidoff, al netto di una miscela eccellente, tendono a seccare il palato in maniera insopportabile..Dunhill anonime, niente di che...e American Spirit (blù e gialle) autentica delusione...troppo "dure" per aspirare..ai limiti del sopportabile...e per quello che mi riguarda inappaganti...anche se sarei molto curioso di provare la variante Perique che non si trova in Italia.
Complimenti per il sito...e spero che darete spazio alle mie..e di molti, amate CAMEL...nel mio caso le migliori sicuramente le Blue.

Anonimo ha detto...

Complimenti,queso sito è veramente ben fatto.
Ieri,mentre cercavo su google il mio fanclub delle Chesterfield Rosse su facebook,dicui sono admin,sono capitato su questo sito ed ho cominciato spulciarne il database.Dando una sommaria occhiata alle pagelle,sono capitato sulla recensione delle American Spirit,ed ho visto che erano stato valutate cl massimo dei voti.
Quando esco per incontrare degli amici,vado prima dal tabaccaio perché avevo finito le sigarette,e,sorpresa,che mi trovo davanti?Le American Spirit!Le Acquisto subito e devo dire che sono davvero ottime.Sebbene non sia un vero "sommelier" di sigarette,come è invece ogni membro dello staff che lavor a questo blog,so riconoscere una sigaretta buona da una mediocre.E questa era una gande sigaretta!Provo solo ad immaginare come saranno le plerique(qui recensite,io ho tovato le blu nel pacchetto morbido).
Ho una richiesta per la prossima recensione(noto che siete un po' a secco ultimamente):Chesterfield Rosse,le sigarette che compro di solito,molto buone e piene di stile.

Grazie,
Lorenzo

Anonimo ha detto...

tra le sigarette senza filtro disponibili le camel sono tra le migliori, non hanno un sapore molto pronunciato e atratti invadente come per esempio le nazionali,questo è dovuto alla qualitò della miscela,rispetto alle camel filters ritengo esse abbiano un sapore più deciso i valori qui c'entrano relativamente............

Anonimo ha detto...

avete mai visto i sigaretti amigos?made in belgium

Matley ha detto...

Salve e complimenti per il bellissimo sito, siete davvero dei pionieri delle sigarette da boutique...
infatti vi ho messo un link nel mio blog...fatemi sapere se la cosa nn vi sta bene...lo tolgo immediatamente
il blog è:http://lasigaretta.blogspot.com/

Anonimo ha detto...

Ogni tanto rinnovo la mia richiesta di commentare le Yesmoke.
Tra l'altro la Yesmoke è diventata la marca più economica sul mercato con un prezzo di 3.40€ al pacchetto ribbassando il suo vecchio prezzo di 20 centesimi.

Anonimo ha detto...

Cosa ne pensate delle LUCKY STRIKE?
Personalmente credo che siano delle sigarette di qualità e personalità...fatemi sapere!

Anonimo ha detto...

secondo me le like strike sono ottime sigarette,volevo domandare quando esce la recensione nuova..continuate cosi il bloge magnifiko

Anonimo ha detto...

siccome qui si parla di rothmans, mi sento di raccontarvi un aneddoto accaduto pochi giorni fa: mi sono recato dal tabaccaio con gli amici e ho notato in alto a destra, lontano dagli occhi del consumatore abituale, le rothmans slim, pacchetto blu, quantità 12mg di condensato e 1,0 di nicotina, senza le attuali scritte bianche e nere sul fumo. Le ho richieste e il tabaccaio me le ha regalate, sostenendo che sono fuori produzione e che le aveva lì da molto tempo e non avrebbe potuto venderle. Le ho ovviamente provate, ma non sono rimasto estasiato. Il gusto era assai spigoloso, e al tatto il filtro slim risultava un po' scomodo. Tuttavia il solo fatto di averle trovate mi ha posto un interrogativo che spero i membri dello staff riescano a risolvere: come è possibile trovare ancora sigarette di questo tipo? sotto sotto un tabaccaio è in grado di procurarsi sigarette che non si trovano comunemente? grazie, complimenti per il blog, da me seguito con grande interesse.

FUMARE CON STILE STAFF ha detto...

forse era un pacchetto invenduto da più di 3 anni,poichè credo che quelle sigarette siano fuori produzioni da un sacco di tempo,certo dopo tutto quel tempo mi meraviglia che siano state ancora fumabili,anzi se mancavano le scritte bianco-nere avrano avuto circa 7 anni dopo tuto quel tempo........

Anonimo ha detto...

si, lascia stare, che le ho fumate per 2 anni poi le ho sostituite e quando volevo riprenderle ho saputo che non esistevano più.
che dolore. essendo tabaccaio da poco più di 2 anni ho chiesto al rappresentante se me ne cerca qualche pacchetto in fondo a qualche magazzino ma senza speranza.

complimenti per tutti gli articoli. splendidi.

Anonimo ha detto...

Le Rothmans International sono ancora in commercio. ha Genova le ho trovate da Pipe House, in via XII Ottobre.

Anonimo ha detto...

Io le ho in mano ora. però hanno 10 di catrame, non 12

gc ha detto...

Salve ho una stecca con 18 di venti pacchetti di sigarette rothmans international luxury strenght molto vecchie. ho saputo che non vengono più prodotte. cosa posso farci?... potrebbero eventualmente valere per una collezione?
grazie in anticipo per le risposte

Anonimo ha detto...

Scusate se scrivo qui la mia richiesta ma nn sapevo dove altro metterla...da qlc tempo fumo winston blu ma ho da poco provato le chesterfield blu e mi sembravano tutta un altra cosa in questione di gusto e quindi mi chiedevo una recensione su queste...grz!!!

Davide ha detto...

davidesurace76@hotmail.com

Davide ha detto...

Salve a tutti, cercavo un forum di fumatori, perchè lavoro nel campo delle ricerche di mercato e spesso faccio test di prova di prodotti nuovi in uscita, con omaggio di sigarette e buoni spesa. Adesso cerco fumatori Di ROTHMANS SLIM RED o GOLD. Chi fosse interessato puo contattarmi davidesurace76@hotmail.com. Le persone per i test devono abitare a Roma o dintorni, ma se siete interessati contattami anche dal resto d'italia.
Grazie

dAVIDE ha detto...

CIAOO VALMI

Anonimo ha detto...

Marlboro? Da ragazzini dodicènni le sigarette più buone erano le camel e le marlboro...tutti dicevano così...SEEEEEHHHH!!!! Un bel giorno però, mi assentài dalla solita colletta e autonomamente acquistai un pacchetto di queste Rothmans International. Pacchetto diviso in 2 da 10, già quà si percepiva la classe, filtro giallo con filetto argentato, estrazione della sigaretta dal pacchetto semplicissima...tiro d'assaggio agli amici, 10 sigarette in meno dal pacchetto nuovo. Tutti sorpresi e tutti estasiati dal gusto rotondo, dal tiro pièno e dal fumo denso e pastoso! Il prezzo a suo tempo era di 2.150 lire, quando le marlboro costavano 1850 e le camel 1750...poche lire in più, moltissima qualità in più. Complimenti per la tua recensione, il mio voto è 29.5/30, sai il perchè? Perche da dodicenni era impegnativo riuscire a nascondere nelle tasche dei jeans un pacchetto così largo e generoso ;)
P.S. Se trovi un sito che le vendono, non esitare a contattarmi, una stecca la acquisto al volo!!!! styx74@libero.it

FUMARE CON STILE STAFF ha detto...

Ciao, ci fa molto piacere che tu abbia apprezzato la recensione, per ciò che riguarda la stecca, la vendita di sigarette online è vietata, almeno all'interno dell'UE, una volta esisteva il sito euro-cig.com, ora dobbiamo accontentarci di fumarle quando ci troviamo all'estero. Noi, ad esempio, le abbiamo trovate in Grecia con grande facilità!
Lo Staff

Anonimo ha detto...

Questa storia non la sapevo, anche perche l'unica cosa che ho acquistato in rete è stato un cellulare e niente altro. Allora, quando vai in Grecia o comunque all'estero, un pacchetto a mo di souvenir lo accetto volentieri, ricordo solo il gusto ufo di queste bionde. Non so di dove sei, magari abitiamo a 1 km di distanza...

Anonimo ha detto...

Non so da quanto non fossero in commercio, ma vi annuncio che ora sono nuovamente disponibili :)

Anonimo ha detto...

Per i nostalgici, io consiglio di vedere questo video... https://youtu.be/MEymGzzUbuA

expallmall ha detto...

le nuove sigarette col filtro bucato fanno letteralmente schifo ... o cambio marca o smetto di fumare !!!!

Blogger ha detto...

Teeth Night Guard is offering precise fitting and highest quality custom made dental protectors.

Blogger ha detto...

FreedomPop is Britian's only FREE mobile phone provider.

Voice, text & data plans priced at £0.00/month.

Anonimo ha detto...

Sono entrato in possesso di alcune scatole di Rothmans international ancora sigillate del 1990 e volevo sapere se qualcuno mi sapeva indicare un prezzo di rivendita attuale.. tenendo conto che ora sono introvabili ;)