martedì 20 dicembre 2011

I GRANDI CLASSICI SENZA FILTRO : LUCKY STRIKE, CHESTERFIELD , CAMEL , BELOMORKANAL . RECENSIONE SPECIALE DEL IV ANNIVERSARIO


I GRANDI CLASSICI SENZA FILTRO Salve a tutti, Vogliamo dedicare questo pezzo ai nostri lettori,che ci seguono da ben venti diverse nazioni,nonostante i lavori del blog ormai procedano ad un ritmo letargico e sonnolento continuano a seguirci fedelissimi. A pochi mesi di distanza ritorniamo in pista,perchè il blog sta per compiere un passo da gigante!Col passare del tempo il nostro lavoro diventa sempre più arduo,con questa recensione stiamo scoccando delle preziosissime frecce dalla nostra faretra,mancano le camel rare,le sobranie cocktail e non molto altro per finire la più vasta raccolta enciclopedica di tutto il mondo sul fumo di qualità,nel corso di questo quadriennio abbiamo redatto contemporaneamente la Treccani e il Digesto del tabacco sopraffino.Il nostro passo in avanti può senz'altro essere letto in tale ottica. Il sito internet rappresanta un nuovo onere per noi,tuttavia abbiamo deciso di dedicarci animo et corpore alla nostra missione : diffondere con ogni mezzo la cultura sul tabacco di qualità. Il Cardinale Albino Luciani quando seppe di essere stato eletto papa voleva rifiutare perché non si sentiva abbastanza forte,poi pensò che se il signore ci da un peso,ci da anche la forza per portarlo. Noi (Diis Iuvantibus!) non ci arrenderemo mai! Dopo tutto questo tempo sanza pubblicazioni il nostro blog sarebbe dovuto essere abbandonato come la città di Fatehpur Sikri. Noi puntiamo molto su questo nuovo progetto,se avrà successo non sarà una fortuna misteriosa e improvvisa come quella dell'abate Saunière di Rennes-le-Château,ma sarà il coronamento di un duro lavoro sorretto da sforzi ponderati meditati assai lungamente. La recensione di quest'oggi verterà su una tematica che finora è stata marginale nelle nostre disamine:le sigarette senza filtro. A livello tassonomico quello delle sigarette è come non filtrate è un phylum(l'altro è quello delle sigarette con filtro),inferiore al regno (le sigarette)e superiore alla classe. Le unfiltered cigarettes al giorno d'oggi sembrano dei dinosauri,o al massimo l'uccello spix in via d'estinzione;come direbbe un vecchio contadino sardo sono "fragutavula" (in procinto di passare tra le braccia di Ade).Tuttavia guai ad etichettarle come reliquie barbariche,sarebbe ingiusto verso ciò che esse hanno rappresentato nella storia del fumo. Perciò oggi che abbiamo energia d vendere caliamo un sublime poker d'assi .Il top del top sulla scena mondiale.

Quattro sigarette che sono quattro diversi modi d'essere. Camel, Chesterfield, Lucky stricke e Belomorkanal.Non è il gioco cancella l'intruso,state tranquilli! Abbiamo deciso di inserire le belomorkanal perché riteniamo opportuno farle conoscere con i loro pregi e i loro difetti.

LE sigarette senza filtro sono più difficili da fumare,ma in compenso sono davvero una esperienza unica e squisita.

Le sigarette senza filtro nel mondo d'oggi non sono comuni come le donne adirate nelle commedie di Ibsen,ciò perché c'è stato un cambiamento (non necessariamente migliorativo) nello zeitgeist. Noi estimatori delle sigarette senza filtro però ci ergiamo ritti,fieri ed alteri come in minareto di jam nella valle di Shahrak,isolati come degli hikikomori . Oramai le sigarette senza filtro hanno compiuto una metamorfosi radicale,tempo addietro erano tipiche delle classi sociali più povere ed svantaggiate,i medici e gli avvocati per esser trendy fumavano con il filtro. Oggi invece sono un prodotto fortemente elitario,da intenditori e sperimentali. La sigaretta senza filtro è un abito che fa il monaco,come il cappotto di Gogol è capace di cambiare l'atteggiamento delle persone verso di voi. Molte persone che neanche vi calcolavano quando vi vedranno fumare le sigarette senza filtro sicuramente si intratterranno a colloquiare con voi. Oggi ce ne occupiamo non solo per esigenze di completezza sistematica del nostro blog,e anche per diversificare. Diversificare sta alla base di ogni successo,come diceva William Gann,grande analista finanziario il quale raccomandava che il patrimonio doveva essere diviso in dieci parti uguali,ciascuna delle quali da investire in un prodotto differente. Per noi del blog vale la medesima regola,un blog monocromatico non è efficace per definizione a livello didattico. Cercheremo di dimostrare che sigaretta senza filtro non è sinimo di Nazionali,Esportazione ed Alfa. Vi faremo vedere che anche le sigarette senza filtro possono essere squisite. Se in passato siete rimasti delusi da questo tipo di prodotto,la nostra recensione per voi è un'ottima occasione per ricredervi.


LUCKY STRIKE SENZA FILTRO

Ormai stanno diventando rare persino negli U.S.A ,la loro terra natia. E' necessario un bel girovagare tra i migliori tabaccai di new york,visto che da Davidoff non le hanno più. Per chi fosse diretto nella grande mela vi informo che il tabaccaio tra la 77ma e la Lexington dispone di tutto ciò che recensiremo oggi. Per chi è diretto a Los Angeles ci sono meno problemi,ci sono tabaccai a Little Tokyo,vicino a city hall, union station,santa monica e venice beach decisamente forniti. Lettori che andate negli stati uniti non fatevi sfuggire l'occasione,queste sigarette sono la "colonna fumosa" ideale per il vostro viaggio in terra americana. Il sapore è fortissimo,fortemente tostato,quasi salato. Inizialmente scende in gola con la delicatezza di un triceratopo in un negozio di cristalli di Boemia.Poco dopo ci si fa l'abitudine,ed è favoloso. Le note sono di miele e nocciola e mandorla,piacevole,ricco,sorprendentemente dolce (ma non dolce come il miele di sidr)non molto complesso,estremamente aromatico,in generale è un sapore secco,neanche troppo ruvido per essere una sigaretta senza filtro .Lo "spread" di bontà con le lucky strike italiane è come quello tra un bond giapponese e il suo omologo greco. Nel passaggio tra la versione non filtrata e quella filtrata le luckies han perso molto. Un problema che non si è mai posto per le marlboro,nate come sigarette con filtro e delle quali non è mai esistita una versione senza filtro. Sempre il sapore ci fa rivivere le magiche atmosfere degli anni '50 americani. Cadillac 60 special parcheggiate fuori da bar di provincia dentro ai quali i juke box diffondono senza sosta le canzoni di Elvis.Fumando queste luckies si ha l'impressione di tornare indietro nel tempo. Probabilmente sono le migliori sigarette senza filtro mai fatte,e come tutte le cose buone sono in via d'estinzione,in questo mondo che premia solo pigrizia e la mediocrità,in un paese il cui presidente della repubblica è così inetto ed odioso che ogni volta che fa capolino in televisione ci vi vien voglia di tirare le uova all'apparecchio televisivo come fece Ferrara con Benigni.L 'eccellenza è un peccato nel quale nessuno può più indulgere. A forza di ricompensare gli inetti,le nostre tabaccherie sono diventate un coacervo di pacchetti tutti uguali,di sigarette fatte in serie,che hanno tutte lo stesso sapore chimico, dolciastro e appiccicoso. Idem dicasi per il caffè,a forza di andar di fretta e non voler aspettare abbiamo cestinato la napoletana per far posto all’espresso[ovviamente preparato con la macchina elettronica e non con quella a pistone(che è la morte del caffè)] e così tutti i nostri bar servono una brodaglia melmosa e bruciacchiata che ha ovunque lo stesso sapore .Come disse Schiller :- Contro la stupidità gli stessi dei lottano invano!(da La pulzella d'Orléans, atto III, scena V).Molte sigarette di oggi sono più puzzolenti di un dutch owen e più schifose del mung;per favore politicanti,intellettuali e burocrati,smettetela di mettere i bastoni tra le ruote di chi si impegna nel proprio mestiere .Il bello delle sigarette senza filtro è che sono il contrario delle sigarette attuali,rifuggono l'omologazione a gambe levate. Ogni volta che le si fuma hanno un sapore diverso,che a tratti è vero può essere arcigno,con qualche spigolosa asperità,ma non si ha l'impressione di fumareuna cosa fatta in serie,sembra molto più artigianale. La miscela è quella classica,con il burley,denota ottime capacità di leaf blending,le proporzioni tra i tabacchi sembrano essere infatti studiate più accuratamente rispetto alla versione italiana/europea. Le note orientali risultano un po' coperte. Il tipo di sapore che capace di farci vivere l'epifania,il flusso di coscienza che può sconfiggere la paralisi culturale. Joyce in "the deads" aveva torto,quando affermava che l'essere umano al massimo può prendere atto della sua paralisi,ma in ultima istanza non può sconfiggerla. Con i mezzi giusti si può venir fuori da questo torpore bieco e bislacco. A livello di sigarette le nostre luckies riescono nell'impresa .Se c'è un piccolo rimprovero da fare,a nostro avviso il tabacco oriental non si armonizza generalmente con le miscele tostate. Il tabacco nelle senza filtro è decisamente di qualità superiore rispetto alla versione non filtrata. Qui non c'è l'intermediazione del filtro che nasconde i difetti e arrotonda il sapore. chi fa sigarette senza filtro non può permettersi il lusso di inserire tabacco di bassa qualità,o permettersi di fare una tostatura approssimativa (il tabacco poi viene bruciacchiato e la sigaretta diventa infumabile) o eccessivamente trattato. Senza filtro si fuma il tabacco per come esso è,senza intermediazioni di qualsivoglia tipo .Per meglio descrivere il sapore abbiamo mutuato (oltre al tabacco siamo estremamente appassionati di caffè) una griglia per valutare con precisione e sinteticità il profilo organolettico. I punteggi vanno da uno a cinque o eventualmente 5+.sono previsti i mezzi voti. I più e i meno contano 0,25.
CORPO. XXXX e mezzo
DOLCEZZA. XXXX-
INTENSITA'. XXXXX
AROMATICITA'. XXXXX
ROTONDITA' XXX e mezzo


Spero,con questo artifizio didattico di aver reso bene l'idea di questo sapore unico ed avvolgente. Valori di catrame e nicotina assolutamente stellari per il fumatore europeo,circa 25mg di catrame e quasi 2mg di nicotina. Dulcis in fundo,spendiamo due parole sulla presentazione grafica.Per disegnare il pacchetto delle luckies fu scomodato addirittura Raymond Loewy,guru del design negli anni '50. Tanto per cambiare Loewy fece un lavoro magistrale,al pari del logo exxon,studebaker e della locomotiva S1. Il design è estremamente chiaro e minimalista,tuttavia studiato meticolosamente fin nei minimi particolari. Una impostazione grafica talmente azzeccata da non essere stata mai cambiata. Insomma un brand carismatico capace di fidelizzare qualsiasi consumatore,valori di brand identity e brand quotient alle stelle. Ragazzi,dovete assolutamente provarle almeno una volta nella vita. E ricordate : LSMFT.Luck Strike Means Fine Tobacco .E a fortiori vale per le luckies senza filtro.
VOTO : 28 / 30 .

CHESTERFIELD KS SENZA FILTRO

In piena continuità col post precedente ci apprestiamo a recensire un prodotto che condivide molti tratti in comune col precedente. Humphrey Bogart,James Dean,Frank Sinatra,Ronald Reagan e John Belushi cosa avevano in comune?Di primo acchitto ci verrebbe da dire che erano dei fantastici professionisti nei rispettivi settori e che erano tutti uomini estremamente carismatici,dotati di un leggendario savoir-faire. Dando questa risposta non sbaglieremmo,ma tuttavia non bisogna dimenticare un piccolo dettaglio,perché tutti quanti fumavano Chesterfield.Le Chesterfield rosse,king size in pacchetto rigorosamente morbido e senza filtro,sono uno di quei mostri sacri,dei moloch, nella storia del fumo .Il vero fumatore è costretto una volta nella vita a fumarle,come l' haji per i musulmani,il fumatore non può dirsi tale se non compie tale rito,come il musulmano non può dirsi tale se non compie il pellegrinaggio alla Mecca. Prima di passare alle impressioni organolettiche sfatiamo un mito. C'è chi dice di vedere nelle Chesterfield un messaggio subliminale satanico,perché riflettendo al contrario la scritta Chesterfield si ottiene il 666.A questo punto però il discorso vale per ogni parola scritta in corsivo che contenga almeno tre volte la lettera " e " ,dunque elefante,elemosine,elettive,penitenziere ecc. sarebbero tutto messaggi satanici in codice. L'infondatezza di tale tesi è noetica. La sigaretta contiene una quantità enorme di tabacco perché è un king size,solo che non ci sono i quasi 2 centimetri di filtro,quindi l'ammontare di tabacco è superiore del 20-30% rispetto ad una sigaretta filter-tip.Sarà per questo che ne fabbricano sempre meno?.A conti fatti per il produttore è più conveniente il prodotto col filtro. Riecheggia un po' la storia dell'olio d'oliva,che se spremuto i primi giorni di ottobre ha un sapore eccellente,ma la resa è bassa;perciò tutti gli olivicoltori macinano oltre un mese dopo per ottenere rese più alte,inutile domandarsi poi il perché l'olio di oliva che finisce sulle nostre tavole sembra olio per motore .Il sapore è eccellente,un tabacco virginia di qualità superiore,accuratamente selezionato e trattato con sapienza e maestria. Le note aromatiche,sono decise,il sapore è ricco ma non particolarmente raffinato o sofisticato,va abbastanza liscio in gola (per essere una senza filtro),l'intensità è forte. E' un sapore effettivamente molto vintage,se volete sapere che sapore avevano le sigarette che fumavano gli attori nei film in bianco e nero,all'epoca d'oro di Hollywood, non c'è altra scelta che provare queste chesterfield.Per i dettagli organolettici:

CORPO. XXXXX
DOLCEZZA. XXXX
INTENSITA'. XXXXX-
AROMATICITA' .XXXX e mezzo
ROTONDITA' .XXXX-
FORZA DEL SAPORE XXXXX+


Per il resto valgono molte delle considerazioni fatte per le lucky strike. Valori di catrame che sfiorano in 30mg,che si sentono tutti ma ne vale la pena.Lo stile è di livello assoluto,il pacchetto è medioevaleggiante con la scritta vergata da un amanuense. In tutta onestà ve le raccomandiamo calorosamente,una volta provate non ve ne vorrete più staccare.Fumarle sembra un sogno,ecco queste sigarette sono la "colonna fumosa" ideale per leggere "la vita è sogno" di Calderon de la Barca. Si addicono bene anche per vedere film americani vecchi,aiutano molto ad entrare nello spirito e nell'atmosfera dell'epoca,perché sembrano uscite direttamente dal 1955.
VOTO : 27.5 / 30 .

CAMEL SENZA FILTRO AMERICANE

Adesso le nostre elucubrazioni si occuperanno del terzo elemento di questo inedito triumvirato. Alla fine di questo post (sempreché abbiate seguito il blog con costanza) sarete molto più acculturati. Non è un dettaglio da poco,perché come disse Hegel :-L'uomo è veramente uomo soltanto grazie alla cultura!.Una citazione azzeccatissima,fatta da un filosofo mediocre. Parce sepulto!Anche se ha scritto tante cavolate! Pure queste camel sono un bel missile terra-polmoni,nulla a che vedere con le camel blue vendute nelle tabaccherie nostrane .La Miscela è la classica Camel : Turkish & Domestic Blend, che fa sognare i fumatori di cinque continenti fin dal lontano 1913. Il tabacco è di qualità molto superiore alle camel con filtro,perché come abbiamo detto qua non vengono in soccorso il filtro e la chimica. Fumando Camel avrete notato che ogni tanto vengono fuori dei tiri che hanno un saporaccio,ciò è dovuto alla presenza di pezzetti di stelo nella miscela. Lo stelo è un prodotto di scarto,che viene messo per annacquare la miscela. Queste camel senza filtro hanno una miscela selezionatissima,nessuna traccia di stelo e le note orientali si sentono meglio rispetto alla versione filtrata. Il sapore è abbastanza liscio,non ha tutte le asperità che hanno in genere le sigarette senza filtro,e questo è segnale di ottima qualità. Tutto sommato si aspirano senza problemi,nonostante il sapore sia molto forte è piacevole fumarle. Una lode sul tempo di bruciatura,durano giusto il tempo ideale relativamente alla loro intensità. Se una sigaretta brucia troppo alla svelta (vedi Marlboro rosse) ci lascia insoddisfatti,se brucia tropo lentamente ci stanca. Per esperienza personale ritengo che le sigarette senza filtro non debbano durare troppo perché alla lunga i pezzetti di tabacco in bocca e il fumo che irrita la gola possono disturbare la gioia della fumata. Alla camel hanno trovato la soluzione ideale,e credetemi non è affatto un gioco da ragazzi,è necessario un lungo studio sulla pressatura del tabacco e sulle modalità di trattamento e miscelazione. Il gusto è intrigante,ricorda alla lontana il tè oolong semifermentato.In particolar modo sembra ricordare il celeberrimo Da Hong Pao , pregiatissimo e costosissimo tè del Fujian.Ripeto si tratta di una parentela molto alla lontana,ma a me ha dato questa impressione. Adesso esamiano schematicmente la struttura organolettica:


CORPO.XXXX e mezzo
DOLCEZZA. XXXX+
INTENSITA'.XXXXX
AROMATICITA'.XXXXX
ROTONDITA'.XXXX
FORZA DEL SAPORE XXXXX+


Volendo approfondire più in dettaglio la struttura aromatica,in queste camel si notano molto bene tre diverse note. E' una cosa simile a quella che accade con i profumi che hanno note di testa,di cuore e di fondo. Se trasportiamo lo schema dall'olfatto al gusto notiamo che la testa del sapore è molto dolce,il cuore è un pochino più placido e secco,la coda (retrogusto)è molto aromatica e speziata con una miriade di sapori che si intersecano tra loro. Quindi diciamo che il Domestic (tabacco americano) si sente molto nella struttura del cuore della sigaretta,il tabacco turco invece va ad influenzare in maniera più decisiva il fondo,mentre nella testa si bilanciano completamente essendo il tabacco americano e quello turco complementari a livello di sapore. Cioè il virginia ha la corposità e le note decise che mancano all'oriental,e l'oriental ha la fragranza e l'aromaticità che mancano al virginia. Sono poche le sigarette con una miscela così armoniosa,generalmente le miscele di american e oriental sono regolarmente troppo sbilanciate a favore del tabacco americano .Qui invece il mosaico è perfetto. A conti fatti si tratta di un sapore finemente raffinato ed elaborato,che a prima vista sembra semplice ma volgendo lo sguardo più da vicino ci accorgiamo delle sue inestimabili qualità. Volendo fare un paragone è come la tomba del saladino a Damasco,il Registan di Samarcanda o gli intarsi del Taj Mahal.Che il tabacco orientale abbia qualcosa in comune con l'arte orientale? Che esiste un legame metafisico tra loro?Per adesso a malincuore abbandoniamo il discorso,questa è un'altra storia. Più che altro succede una cosa strana a cui molti fumatori non sono più abituati: si sente il vero sapore del tabacco. Come la mozzarella di bufala che per essere buona deve lasciare in bocca o'ciato (il fiato) della bufala,queste sigarette ci fanno sentire il vero sapore del tabacco;complici i pezzetti che finiscono sulla lingua abbiamo un retrogusto che è quello autentico della pianta di tabacco. Sullo stile ci dilunghiamo poco. Il pacchetto col dromedario ormai è diventato una icona globale. E' una immagine molto evocativa che rimanda in mente al contempo sia il fermento culturale e l'eleganza del fin-de-siecle,sia l'esotico mondo mediorientale fatto di bazaar,suk e i vicoli della città vecchia di Aleppo.Immagini difficili da descrivere con parole nette,perché l'evocatività del design di questo pacchetto colpisce il nostro inconscio.

VOTO : 27,5 / 30 .


BELOMORKANAL ( Беломорканал обзор )

A questo punto per completare il quadretto vi aspettavate le Pall Mall, non è vero? Purtroppo per voi ogni volta che mi sono recato negli U.S.A ho dimenticato di comprarle. Sarà per la prossima volta! Visto che abbiamo una folta schiera di ammiratori nella bellissima Russia,li omaggiamo con questa recensione. Dunque se ci avete letto finora non abbandonateci,non scappate via inorriditi dalla pessima fama delle sigarette russe. Come Calaf intona all’inizio del terzo atto della Turandot di Puccini: “Nessun dorma!” , itaque seguiteci attentamente! Le Sigarette più forti del mondo ! Avete capito bene ci apprestiamo a recensire le sigarette più forti del mondo,se vi eravate posti questa domanda adesso conoscerete la risposta. In realtà non sono sigarette in senso tecnico,sarebbe più esatto parlare di papirosa (папироса).La papirosa è una sigaretta più corta del normale,composta per la maggior parte della lunghezza da un da un piccolo cilindro vuoto di cartone ripiegato alla buona,infondo al quale in una cartina di bassa qualità è riposto il tabacco .Il tubicino di cartone ha la funzione di bocchino usa e getta,ed è di molto aiuto nel tenere in mano la sigaretta. A occhio il tabacco sembra poco,guai a pensare che sia una fumata leggera!I fumatori un pochino avari potrebbero recarsi oltrecortina ad acquistarle,visto il prezzo decisamente abbordabile,circa 14 centesimi per un pacchetto da 25,oltre ad essere le sigarette più forti del mondo, sono anche le sigarette più economiche del mondo. Il Belomorkanal è il canale che collega il mar bianco al mar baltico,fatto costruire da stalin durante il primo pjatiletka,per la sua costruzione morirono decine di migliaia di deportati nei gulag. Per innalzare ad imperitura gloria la costruzione di questo canale venne lanciato questo brand con funzione commemorativa .Il tracciato del canale è ben visibile sul pacchetto. Ora passiamo al sapore. Una parola sola: sconvolgente! ma non in senso positivo! Fortissimo,arcigno,rude,selvaggio e indomabile. In gola la stessa delicatezza di un branco di dobbermann che ti azzannano lo scroto. La prima reazione è quella di tossire e piegarsi in due,anche per chi come noi è un amante delle delle sigarette forti,qua la soglia di tolleranza è superata da un pezzo. La piccola spola di tabacco contiene 35mg di catrame e 1,8 mg di nicotina. I valori massimi consentiti in europa per la commercializzazione dei tabacchi lavorati sono 10 mg per il catrame e 1mg per la nicotina .Il tabacco è di pessima qualità,un tabacco scuro delle pianure russe. Un tabacco che ha sofferto .Di solito si dice che le persone che hanno sofferto sono le migliori(ma se così fosse Padre Pio e 50 cent dovrebbero stare sullo stesso piano),è un principio che può valere per le uve,dai vigneti terrazzati delle cinque terre esposti ad ogni tipo di intemperie che fanno soffrire l'uva,si produce il rinomatissimo sciachetrà.Non vale affatto per il tabacco,il tabacco per dare il meglio di se deve essere viziato e coccolato,ha bisogno di molto sole,di poca acqua e non tollera il freddo,dire che la russia non è il suo habitat naturale è un eufemismo. Il medesimo principio non vale per le mucche,infatti le mucche di Kobe sono trattate come regine,massaggiate quotidianamente,il risultato finale è sbalorditivo. Dunque cari lettori non fate soffrire le cose/persone per farle essere più buone,c'è il rischio di andare in contro a disfatte epocali. A questo punto vi chiederete a che cosa servono queste sigarette così tremende se nessuno è in grado di fumarle. E' una bella domanda! I nostri lettori più arguti avranno svelato l'arcano,notando che la papirosa sembra fatta apposta per un passatempo più piacevole del fumo di sigaretta. Infatti si stima che la totalità di coloro che acquistano belomorkanal,rimuovano il tabacco dalla cartina e lo sostituiscono con marijuana pura,ovvero con marijuana mescolata a tabacco. Lo scheletro della papirosa sembra fatto apposta per questo.Ingatti il bocchino di cartone è molto pratico,ci evita di tenere il nostro spinello con le pinzette,una posizione scomoda per goderne dei fumi. Oltretutto è un ottimo camuffamento. Se vi ferma la polizia gli fate vedere il pacchetto di sigarette,per scoprire la verità devono bruciarla e sentire l'odore,oppure romperla. Non sempre vale la pena farlo. La forza del sapore ha effetti analoghi alla pianta che solitamente sostituisce il tabacco nelle belomorkanal truccate. Se ne si fumano due di seguito gira la testa,un effetto simile a quello dell'ice-o-lator (se andate ad amsterdam provatelo,anche se vi prendono 50 euro al grammo! semel in anno licet insanire!)dell' amnesia haze (che per ora non recensiamo perché vogliamo mantenere una facciata seria,ma ahinoi ci piacerebbe molto dilungarci sul charas,sul pachistano e sulla lemon haze),gli effetti sono quelli di una droga pesante,più forte del pucciotto,dovrebbero essere fumate mentre si è stesi sulle lastre di marmo delle vecchie fumerie d'oppio.A desso però basta parlare di queste cose viziose,non siamo mica ai tempi di Eliogabalo! Per quello che può servire facciamo l'analisi organolettica:

CORPO. XXX-
DOLCEZZA. Ø (lo zero paccato non era previsto inizialmente,ma abbiamo dovuto fare un'eccezione,ndr)
INTENSITA'. XXXXX+ (sarebbe più corretto in questo caso parlare di brutalità,ndr)
AROMATICITA'. X
ROTONDITA'. Ø
FORZA DEL SAPORE XXXXX+





Queste sigarette a conti fatti hanno un loro particolarissimo charme. Se uno si mette in viaggio per fare la Transiberiana ( un viaggio da veri uomini) per ammazzare il tempo durante il passaggio tra le interminabili distese di betulle che si susseguono per giorni e giorni non rimane altra scelta che accendersi una belomorkanal,riempire il bicchiere di buona vodka nimiroff ed esclamare : na zdorovie! Quindi ecco che abbiamo trovato una seconda utilità a queste sigarette. L'atmosfera che sono in grado di rievocare è fantastica,gentiluomini russi in scompartimenti di prima classe vestiti con un colbacco di volpe blu,una pelliccia di zibellino e gli stivali di coccodrillo .Con tartari ed uiguri che cucinano nei loro scompartimenti,e con turchi ed uzbeki che trattano per sete rare e delicate. Khabarovsk,Vladivostok,il Monte Baitou.La forza evocativa di queste sigarette è notevole. Certo se dovessi fare la transiberiana mi premurerei di portarmi dietro una buona scorta di Sobranie (le black russian,non quelle al mentolo,anzi colgo l'occasione per lanciare una fatwa a chi le ha inventate e ha distrutto un mito) un libro di Rostovzeff.
VOTO : 14 / 30 . (ma se avete l'occasione di fare due tiri non declinate l'offerta)


Qui finisce la nostra storia come disse Francis Fukuyama! Tanti Auguri al blog che compie quattro anni! Perdonate qualche errore ortografico,ma il controllo ortografia di blogspot (sai che novità) fa le bizze! Alla prossima!

4 commenti:

Πετρος ο Μποεμ ha detto...

wΙ love your reviews,they are almost poetical or the Google Translate mekes them seems that way(he he).The Fumare con Stile blog,it's my world's favorite and an inspiration for me.
I had smoked unfiltered Lucky Strike both EU(sold in Grance,Germany,Spain and until a year ago in Greece) and American versions. Although i am a big fun of American cigarettes,the unfiltered Luckies was to hush to give me smoking satisfaction.I prefer the EU version which has similar blend and at least the same quality but reasonable strength.
Chesterfield unfiltered was Great.
I never smoked unfiltered Camel from the States,just the product that JTI sales under the same name in Europe.
My all time favorite unfiltered cigarettes are a Germnan brand called Orienta and George Karelias and Sons unfiltered.
An English friend of mine and pationable smoker and reviewer also(find his chanel on Youtube as RJthesmoker) send me 3 unfiltered brands that weak,a USA Gold(so and so) and 2 British Players Navy Cut and Senior Service. I didn't open the British packs yet, but i will and gonna review them soon.
Stay lit and happy new year.

FUMARE CON STILE STAFF ha detto...

thank you! i always prefer made in u.s.a cigarettes, the blend is finest.i think in europe cigarettes factories have some problmes in leaf blending and manifacturing.luckies unflitered are great! they give you a sweetness that you can not expect from an unfiltered cigarette.i know you love oriental tobacco,and you are right.i think that an unfiltered davidoff magum with a hint of oriental would be ggreat.although davidoff magnum is not a blend wich contains oriental is great.davidoff has a wonderful estate in dominican republic.there the tobacco catches a lot of sun light,lot of rain and wind.

Anonimo ha detto...

altro capolavoro dei poeti del fumo! complimenti!

Blogger ha detto...

Are you paying over $5 / pack of cigs? I buy high quality cigarettes at Duty Free Depot and this saves me over 50% on cigs.